La sedazione cosciente in odontoiatria

La sedazione cosciente è una delle tecniche più innovative utilizzate in odontoiatria.

Una tecnica del tutto innovativa che in poco tempo, ha conquistato moltissimi pazienti a livello mondiale, ma ultimamente si è diffusa molto anche in Italia, e ovviamente non poteva mancare anche nella nostra clinica, dove è molto apprezzata soprattutto dai nostri piccoli pazienti. La fobia degli aghi pero non viene riscontrata solo nei bambini ma spesso anche nei adulti, quindi la sedazione cosciente è stata “approvata” moltissimo anche dai nostri pazienti senza denti da latte.

I vantaggi della sedazione cosciente:

Con la sedazione cosciente, possiamo quindi, dire addio all’ansia, ai fastidi, al dolore e alla paura del dentista, perché rende sereni i pazienti, donando un senso immediato di benessere e di tranquillità. Viene somministrata attraverso una mascherina, con l’inalazione di una miscela d’aria, composta da ossiggeno e protossido d’azoto, che non sono altro che comunissimi gas naturali, del tutto innocui alla salute e quindi senza alcun effetto collaterale o reazioni allergiche in seguito, per il semplice fatto che non viene metabolizzato dall’organismo, in quanto eliminato completamente, attraverso la respirazione. La sedazione cosciente avviene con la supervisione di un nostro anestesista, che dopo un’accurata analisi  della scheda del paziente, prepara la miscela d’aria personalizzando le percentuali in base alle necessità e tipo di trattamento di ogni singolo individuo. Con questa tecnica, si riesce a ridurre notevolmente il tempo e i costi necessari al trattamento, inquanto diminuisce di conseguenza la quantità di analgesici e antibiotici assunti, in rapporto al numero inferiore di sedute, con un recupero più rapido ed indolore. La sedazione termina immediatamente alla fine del trattamento,  con l’inalazione di ossigeno puro.

Utilizzi della sedazione cosciente:

Possiamo sottoporci alla sedazione cosciente sia per semplici trattamenti come l’igiene dentale in caso di maggiore sensibilità, cura delle carie, ma anche per trattamenti più complessi, come estrazioni, implantologia, terapie canalari, protesi ecc. L’utilizzo di questa tecnica è sconsigliata alle donne incinte nei primi tre mesi di gravidanza, ai tossicodipendenti, a pazienti in cura antidepressiva o con gravi degenerazioni mentali.

Trackback dal tuo sito.

Lascia un commento

Dove siamo

umbriadent spoleto
WhatsApp chat